Facebook

Twitter

LinkedId

Mer12132017

Last update04:33:57 PM

Con i Bambini, Bando Nuove Generazioni

Si chiama “Bando Nuove Generazioni” ed è rivolto ai minori di età compresa tra 5-14 anni.
È il terzo ...

Resto al Sud, nuovi incentivi per under 35 del Mezzogiorno

Si chiama “Resto al Sud”, la nuova misura che sarà gestita da Invitalia per incentivare i giovani al...

PSR Campania- Sostegno alla formazione - Misura 1.1

a Regione Campania ha indetto una procedura di gara aperta per l'affidamento del servizio di realizz...

Promozione del turismo religioso e valorizzazione dei santuari della Campania

La Regione Campania con il presente intende aviare una procedura selettiva a sportello di proposte p...

MISE - Finanziamenti per imprese operanti nell'economia sociale

L’intervento prevede la concessione di aiuti da erogare sotto forma di finanziamenti agevolati per l...

Mibact e Invitalia - FactorYimpresa

“Factorympresa Turismo” è il programma di agevolazioni promosso dal Ministero dei beni e delle attiv...

Regione Campania - Programma Scuola Viva - II annualità

La Regione Campania attiva la seconda annualità del Programma “Scuola Viva” per promuovere la valori...
loader
archivio
REGISTRATI

Bando della Regione Campania su conversione delle aziende agricole ai sistemi di agricoltura biologica

Obiettivo del bando è incentivare gli agricoltori all'introduzione di metodi di produzione biologica attraverso l'adesione, per la prima volta dopo la presentazione della domanda, al sistema di controllo nazionale per l'agricoltura biologica e l'applicazione delle sue regole.
Beneficiari sono  agricoltori singoli o associati in attività.
Per quel che concerne le spese ammissibili, l'aiuto compensa le perdite di reddito e dei costi aggiuntivi derivanti dagli impegni assunti per quanto riguarda la conversione a pratiche e metodi di agricoltura biologica. Il calcolo dei costi aggiuntivi e perdita di reddito, relativi alle pratiche di agricoltura biologica, è stabilito dal loro confronto con metodi di coltivazione convenzionali
Scadenza 15 maggio 2017

Bando Ismea 2017: contributi per insediamento giovani agricoltori

Il bando Ismea intende promuovere e favorire il ricambio generazionale in agricoltura sostenendo le operazioni fondiarie dei giovani che si insediano per la prima volta in qualità di capo azienda agricola. L'agevolazione è riservata ai giovani di età compresa tra i 18 e i 40 anni non compiuti, residenti in Italia e in possesso di adeguate conoscenze e competenze professionali, che intendono acquistare un'azienda agricola con un mutuo agevolato. ISMEA interviene con un contributo in conto interessi nella misura massima attualizzata di 70mila euro, erogabile per il 60% alla conclusione del periodo di preammortamento, e dunque all’avvio dell’ammortamento dell’operazione, e per il 40% all’esito della corretta attuazione del piano aziendale allegato alla domanda di partecipazione.
Scadenza 12 maggio 2017

Razze animali autoctone minacciate di abbandono: la misura della Regione Campania

Obiettivo del bando è quello di incentivare l'allevamento di capi appartenenti ad una o più razze locali, minacciate di abbandono ed iscritte nei libri genealogici o registri anagrafici. Beneficiari della misura sono: Agricoltori, associazioni di agricoltori ed enti pubblici che conducono aziende agricole, considerato che esse, ampiamente diffuse sul territorio regionale, possono esercitare un'importante azione dimostrativa e divulgativa per una più ampia affermazione delle tecniche agronomiche compatibili con la tutela dell'ambiente.
Scadenza 15 maggio 2017

Erosione genetica: coltivazione e sviluppo sostenibile. Il bando della Regione Campania

Obiettivo del bando è favorire l'uso e lo sviluppo sostenibile delle risorse genetiche autoctone attraverso la coltivazione delle varietà locali a rischio d'estinzione e d'interesse per l'agricoltura campana. I destinatari della misura sono: Agricoltori, associazioni di agricoltori ed enti pubblici che conducono aziende agricole, considerato che esse, ampiamente diffuse sul territorio regionale, possono esercitare un'importante azione dimostrativa e divulgativa per una più ampia affermazione delle tecniche agronomiche compatibili con la tutela dell'ambiente.
Scadenza 5 maggio 2017

Regione Campania: bando per tecniche agro-ambientali

Obiettivo del seguente bando è concorrere, in maniera significativa, al rispetto delle priorità trasversali del programma Ambiente e Cambiamento climatico, con particolare attenzione alle aree ricadenti nella Rete Natura 2000. Sono previste tre tipi di misure:
AZIONE 10.1.3.1 Gestione attiva di "infrastrutture verdi" realizzate con la tipologia di intervento 4.4.2.
AZIONE 10.1.3.2 Mantenimento di colture a perdere a beneficio della fauna selvatica
AZIONE 10.1.3.3 Azioni di tutela dell'habitat 6210
Beneficiari sono: Agricoltori, associazioni di agricoltori ed enti pubblici che conducono aziende agricole, considerato che esse, ampiamente diffuse sul territorio regionale, possono esercitare un'importante azione dimostrativa e divulgativa per una più ampia affermazione delle tecniche agronomiche compatibili con la tutela dell'ambiente

Operazioni agronomiche volte all’ incremento della sostanza organica: il bando della Regione Campania

Obiettivo del bando è incentivare gli agricoltori all'adozione di pratiche agronomiche volte alla conservazione e all'incremento della sostanza organica dei terreni agricoli attraverso l'apporto di matrici organiche e tecniche agronomiche conservative tali da prevenire l'erosione e migliorare la gestione dei suoli contro la minaccia di perdita di fertilità e riduzione della produttività. Beneficiari della seguente misura sono agricoltori, associazioni di agricoltori ed enti pubblici che conducono aziende agricole, considerato che esse, ampiamente diffuse nel territorio regionale, possono esercitare un'importante azione dimostrativa e divulgativa per una più ampia affermazione delle tecniche agronomiche compatibili con la tutela dell'ambiente.

Autoimprenditorialità: il bando della Regione Campania

Nel ventaglio di opportunità che puntano alla ricollocazione di soggetti ex percettori di ammortizzatori, oggi in Campania un posto importante lo riveste la misura dell'autoimprenditorialità.
La misura, concordata dall'Assessorato al Lavoro della Regione Campania con le parti sociali nell'ambito degli incontri effettuati per la gestione e destinazione delle risorse autorizzate dal Ministero del Lavoro e dal Ministero dell'Economia, per gli ammortizzatori sociali in deroga, è stata prevista nell'accordo del 03/03/17, e va a soddisfare la propensione di coloro che manifestano la ferma volontà di intraprendere l'attività d'impresa.
A tale progettualità sono state destinate, a titolo sperimentale, risorse per 4 milioni di euro, di cui 1,5 milioni riservati all'imprenditoria al femminile.
I beneficiari della misura sono ex percettori di mobilità ordinaria o in deroga  (scaduta negli anni tra il 2013 e il 2017), attualmente senza reddito e residenti in Campania, nonché ex percettori  di disoccupazione ordinaria, ASPI, MiniASPI, NASPI, Disoccupazione edile (223/91 e 451/94), scadute tra 2012 ed il 2017).
Le iniziative imprenditoriali ammissibili sono ditte individuali o cooperative, che potranno usufruire di un finanziamento di 25.000,00 euro pro-capite e di percorsi di servizi di orientamento ed accompagnamento all'avvio delle attività,  garantiti dalla società in- house della Regione, Sviluppo Campania. I Centri per l'impiego saranno il luogo deputato all'approfondimento della misura, svolgendo azione di raccordo nel mercato del lavoro.

Finanza agevolata

2

In-formazione

3

Formazione

4

Consulenza »

1 web
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni