Facebook

Twitter

Mer11142018

Last updateGio, 01 Nov 2018 10am

P.O.R./F.E.S.R. 2014/2020: contributi per le MPMI per l'attuazione di processi di innovazione

L'Avviso Pubblico per la concessione di contributi a favore delle Micro, Piccole e Medie imprese per l’attuazione di processi di innovazione ha lo scopo di porre in essere processi di innovazione nei piani di investimento aziendali a beneficio di soggetti con sede legale e/o unità locale nella Regione Campania, quali:
-Micro e PMI, anche in forma consortile, costituite da almeno 2 anni;
-Reti di Micro, Piccole e Medie Imprese (MPMI) che intendano realizzare un progetto di rete. Le Reti di MPMI devono essere costituite sotto la forma del "contratto di rete", ovvero reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto) o reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto).


La partecipazione al Piano di investimento aziendale deve essere garantita da almeno 3 MPMI.

Il contributo in conto capitale, a fondo perduto, è concesso nella forma di sovvenzione e rientra nel computo degli aiuti "de minimis" previsti dall'Unione Europea.
La dotazione finanziaria disponibile per le operazioni selezionate con il presente Avviso è pari a  10.000.000,00 euro a valere sull'Azione 3.5.2 "Supporto a soluzioni ICT nei processi produttivi delle PMI, coerentemente con la strategia di Smart Specialization, con particolare riferimento a: commercio elettronico,; cloud computing; manifattura digitale e sicurezza informatica" del POR Campania FESR 2014-2020 - Asse III "Competitività del sistema produttivo".

Le modalità di concessione e criteri di priorità prevedono una procedura valutativa a sportello (ordine cronologico di presentazione della domandae soglia minima di qualità progettuale) con priorità alle Micro e PMI che:
-prevedano l'implementazione e l'applicazione dei risultati (tecnologie, prototipi, brevetti, ecc) della ricerca e dello sviluppo industriale (denominata "priorità della tipologia di investimento");
-si organizzino in reti di impresa in una logica di rafforzamento dei settori di eccellenza e/o delle aree di specializzazione (denominata "priorità soggettiva").

Per le MPMI, i Consorzi, le Società consortili e le Reti-Soggetto, il contributo massimo concedibile è pari a euro 150.000,00 e il Piano di Investimento deve presentare un importo uguale o superiore a euro 50.000,00.

Per le Reti-Contratto il contributo massimo concedibile è pari euro 150.000,00 per singola MPMI aderente ed euro 750.000,00 per l'intero Piano di investimento. Quest'ultimo deve presentare importo uguale o superiore a euro 150.000,00. La spesa ammissibile imputabile ad ogni singola impresa dovrà essere di almeno il 15% della spesa ammissibile del Piano di Investimento.
Scadenza: 30 ottobre 2018.

Per ulteriori informazioni, consulta la scheda AdIM in allegato.


Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni