Facebook

Twitter

Mer11142018

Last updateGio, 01 Nov 2018 10am

Regione Campania: tutela del patrimonio di pregio del nostro territorio

Approvata la procedura di selezione di interventi miranti alla riqualificazione e/o alla messa in sicurezza dei santuari nonché dei luoghi di culto, che abbiano presentato istanza di riconoscimento come santuario, situati sul territorio della regione Campania.
La dotazione finanziaria complessiva, a valere sull’Obiettivo Specifico 6.8 “Riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche” del POR Campania FESR 2014/2020,  ammonta a 4 milioni di euro.

L’Avviso Pubblico ha come finalità la selezione pubblica per la valutazione quali-quantitativa di proposte progettuali di interventi di riqualificazione e/o messa in sicurezza dei santuari, nonché dei luoghi di culto, che abbiano presentato istanza di riconoscimento come santuario, situati sul territorio della regione Campania.

In linea con gli obiettivi delineati dal POR Campania, l’azione 6.8.3 - Sostegno alla fruizione integrata delle risorse culturali e naturali e alla promozione delle destinazioni turistiche - promuove il sostegno della cura e della promozione del patrimonio culturale, artistico e naturale con la creazione e il miglioramento di centri, strutture e servizi di fruizione anche al fine di potenziare il turismo sostenibile.
La strategia di sviluppo del comparto turistico-culturale della Regione Campania è finalizzata ad accrescere l’attrattività delle aree urbane, agendo anche sul patrimonio religioso e culturale, che di fatto avranno ricadute sull’attrattività economica dell’intera Regione, poichè i luoghi “santuariali” rappresentano, in particolar modo per i pellegrini, l’epicentro nevralgico del flusso di attrattività religiosa, per la particolare natura votiva che li distingue, per la sensibilità intrinseca del culto, nonchè per la fisionomia artistica/architettonica e la rilevanza storico-culturale.

La scadenza per la presentazione dell'istanza è fissata alle ore 13.00 del 20/09/2018.

Per ulteriori informazioni, consulta la scheda AdIM in allegato.
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni