Facebook

Twitter

Mer11142018

Last updateGio, 01 Nov 2018 10am

Regione Campania: nuovi incentivi al sistema produttivo della cultura e del turismo

Migliorare la qualità dell’offerta culturale esistente attraverso il sostegno alle imprese economiche di settore, stimolando la creazione di nuovi servizi e l’innovazione dei processi. Questo l’obiettivo dell’Avviso pubblico emanato dalla Regione Campania all' interno del POR FESR 2014/2020 per la concessione di incentivi a sostegno delle imprese sul "Sistema produttivo della Cultura" e sui "Nuovi prodotti e servizi per il turismo culturale".
Il bando prevede due ambiti di intervento con specifiche quote di finanziamento ammontanti ad uno stanziamento complessivo di 10 milioni di euro così suddivisi:
4 milioni per gli interventi relativi all’ Ambito 1 "Sistema produttivo della Cultura";
6 milioni per gli interventi relativi all’Ambito 2 "Nuovi prodotti e servizi per il turismo culturale".

Il primo Ambito si rivolge prevalentemente al sostegno delle imprese esistenti nel settore della cultura e punta al loro rafforzamento attraverso: 
- miglioramento dei servizi e della qualità dell’offerta culturale esistente nelle aree di interesse degli attrattori identificati, valorizzando e rafforzando la fruizione degli stessi, consolidando il legame tra identità e territorio, cultura e turismo sostenibile e incrementando le attività economiche ad essi connessi, ovvero impiantando nuovi servizi o dando corso ad innovazioni di processo con le stesse finalità;
-  riqualificazione e offerta di nuovi servizi/prodotti culturali;
-  creazione di nuovi contenuti, servizi e modelli di gestione di sale e strutture adibite a rappresentazioni teatrali, musicali e artistiche in genere;
-  valorizzazione, rigenerazione e fruizione culturale di spazi pubblici identificabili come attrattori culturali e naturali, o spazi collegati a questi ultimi.

Il secondo Ambito è rivolto alle imprese che vogliono fare sperimentazione tecnologica e di settore, interfacciandosi con comparti quali l’industria creativa, la manifattura, l’alta tecnologia e il turismo per le seguenti tipologie di interventi:
- sviluppo di nuovi prodotti/servizi a sostegno del turismo culturale realizzati in una logica di rete e che sfruttano le nuove tecnologie;
- valorizzazione e promozione turistica degli attrattori culturali e naturali, della tradizione e della cultura locale;
- rafforzamento e potenziamento di attività tipiche locali legate all’incremento dell’offerta collegata alla fruizione turistico-culturale.

Possono presentare domanda di agevolazione le Micro, Piccole o Medie Imprese (MPMI), che operano nella sfera del patrimonio culturale storico e artistico, delle produzioni dei contenuti culturali, della cultura materiale e delle attività correlate.

Scadenza: ore 14:00 del 1° Ottobre 2018.

Per ulteriori informazioni, consulta gratuitamente la scheda AdIM in allegato.

Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni