Facebook

Twitter

Gio08222019

Last updateVen, 09 Ago 2019 8am

Prevenzione e contrasto dello sfruttamento lavorativo in agricoltura

L'Avviso pubblico n.1/2019, a valere sul fondo FAMI e sul fondo FSE, intende promuovere condizioni di regolarità lavorativa, contrastando il fenomeno dello sfruttamento in agricoltura, attraverso il finanziamento di progetti territoriali finalizzati alla presa in carico delle vittime di sfruttamento e al loro inserimento/reinserimento socio lavorativo attraverso percorsi di accompagnamento e riqualificazione che consentano l’acquisizione di competenze spendibili nel settore di riferimento (agricoltura).
Verranno positivamente valutate le proposte progettuali che definiranno modalità di intervento volte ad assicurare, in ossequio al principio delle pari opportunità e non discriminazione e in particolare della parità di genere, l’adeguato coinvolgimento di destinatari di genere maschile e femminile. Le linee di attività che i soggetti proponenti potranno sviluppare nell’articolazione delle proposte progettuali riguardano azioni di supporto al riconoscimento dello sfruttamento lavorativo, anche attraverso la creazione di presidi mobili per assicurare interventi di informazione negli insediamenti informali; azioni di orientamento dei destinatari riguardo le tutele, le opportunità formative e occupazionali; azioni formative volte a favorire la fuoriuscita dai “ghetti” attraverso l’inserimento in programmi di integrazione lavorativa, abitativa e linguistica (con consolidamento delle competenze linguistiche, orientamento al lavoro, salute e sicurezza sul lavoro, etc); azioni di assistenza e integrazione sociale finalizzate ad accompagnare le vittime di grave sfruttamento in un percorso personalizzato per favorirne l’empowerment ed elevarne l’occupabilità.

Dotazione finanziaria complessiva: 23 milioni di euro.

Per ulteriori informazioni, consulta la scheda AdIM in allegato.
Allegati:
Scarica questo file (n_17 _for_FAMI_na_19.pdf)n_17 _for_FAMI_na_19.pdf[ ]363 kB
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni