Facebook

Twitter

Lun06172019

Last updateVen, 14 Giu 2019 10am

La Regione Campania rinnova l'impegno a favore delle energie rinnovabili

A valere sulle risorse dell’Asse 4 "Energia sostenibile", Priorità di investimento 4b "Promuovere l'efficienza energetica e l'uso dell'energia rinnovabile nelle imprese”, Obiettivo Specifico 4.2."Riduzione dei consumi energetici e delle emissioni nelle imprese e integrazionedi fonti rinnovabili" del POR FESR Campania 2014-20, il presente Avviso ha lo scopo di favorire l’impiego di risorse rinnovabili e ridurre i consumi energetici dei processi produttivi, per favorire l'abbassamento dei costi legati alla domanda energetica e la riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra.  I soggetti richiedenti saranno le MPMI (Micro, Piccole e Medie Imprese) e Grandi imprese che: intendono realizzare l’investimento in sedi operative ubicate o da ubicarsi nel territorio della Regione Campania; che alla data della candidatura siano già costituite e iscritte nel Registro delle Imprese presso la CCIAA (Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura) territorialmente competente; che abbiano approvato almeno un bilancio ovvero presentato almeno una dichiarazione dei redditi.
Nel caso di liberi professionisti è richiesta partita IVA rilasciata dall’Agenzia delle Entrate per lo svolgimento dell’attività, nonchè la regolare iscrizione ai relativi albi/elenchi/ordini professionali, così come da normativa in vigore.
I contributi sono concessi in forma di"sovvenzione" in conto capitale e a fondo perduto e non supereranno il massimale “de minimis”.
La dotazione finanziaria disponibile è pari a 20.000.000,00 Euro.
Saranno ammissibili esclusivamente i Piani di investimento aziendale con un importo uguale o superiore a € 50.000,00.
L’intensità massima di aiuto concedibile è il 50% delle spese ammissibili e comunque il contributo può essere concesso nella misura massima di Euro 200.000,00.
Si precisa che la concessione dei contributi di importosuperiore ad € 150.000,00, è subordinata all’acquisizione della documentazione antimafia.

Per ulteriori informazioni consulta la scheda AdIM in allegato.
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni