Facebook

Twitter

Sab05152021

Last updateVen, 02 Apr 2021 4pm

Commissione Europea Fondo Fami Rivolgersi all'assistenza, al sostegno e all'integrazione dei cittadini di paesi terzi vittime della tratta di esseri umani

AdIM_fami- commissione europea.jpgIl programma FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) risponde all’obiettivo europeo di istituire una politica comune sull’asilo e sull’immigrazione per favorire la creazione di un’area di libertà, sicurezza e giustizia europea. La Commissione Europea ha aperto 1 bando che identifica 6 priorità. La presente Info presenta il bando relativo all’assistenza, supporto e integrazione delle vittime del traffico di esseri umani.Il programma FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) risponde all’obiettivo europeo di istituire una politica comune sull’asilo e sull’immigrazione per favorire la creazione di un’area di libertà, sicurezza e giustizia europea. La Commissione Europea ha aperto 1 bando che identifica 6 priorità. La presente Info presenta il bando relativo all’assistenza, supporto e integrazione delle vittime del traffico di esseri umani.Una delle priorità nell'ambito della comunicazione del 2017 "Rendicontazione sul seguito della strategia dell'UE per l'eradicazione della tratta di esseri umani e l'identificazione di ulteriori azioni concrete" ("Comunicazione 2017 ") è fornire un migliore accesso e realizzare i diritti delle vittime della tratta di esseri umani. Garantire che i finanziamenti corrispondano alla politica anti-tratta è una priorità trasversale, tenendo conto in particolare della dimensione di genere del fenomeno, dei gruppi ad alto rischio e dei settori ad alto rischio.Le vittime della tratta di esseri umani si trovano nei sistemi di richiesta di asilo e gruppi criminali organizzati abusano delle procedure di asilo, in particolare "per legalizzare sia il loro status che quello delle loro vittime" . Dovrebbero essere presi in considerazione anche altri documenti pertinenti in tale contesto, come le relazioni pubblicate dalle agenzie dell'UE, in particolare quelle relative alla tratta a fini di sfruttamento sessuale, nonché i gruppi e i settori ad alto rischio interessati  . Queste relazioni includono l'analisi dei rischi di Frontex 2018, la relazione Europol 2018 sulla tratta di minori, la guida 2019 dell'Agenzia per i diritti fondamentali per migliorare la protezione dei bambini concentrandosi sulle vittime della tratta, Relazione 2018 dell'Istituto europeo per l'uguaglianza di genere (EIGE) sulle misure specifiche di genere nelle azioni contro la tratta.I risultati e le scoperte dell'imminente Terza relazione sullo stato di avanzamento della Commissione europea, i risultati dell'ultima raccolta di dati a livello dell'UE, nonché lo studio sulla revisione del funzionamento dei meccanismi di riferimento nazionali e transnazionali, che è una delle azioni chiave del 2017 Anche la comunicazione (che dovrebbe essere pubblicata nell'ultimo trimestre del 2020) è rilevante per gli obiettivi di questo argomento.La pandemia COVID-19 ha creato sfide che colpiscono in modo sproporzionato i più vulnerabili. La crisi ha esacerbato la vulnerabilità delle persone alla tratta di esseri umani, comprese donne e bambini.
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni