Facebook

Twitter

Gio12082022

Last updateGio, 01 Dic 2022 8pm

Contrasto alla povertà educativa – Regioni del Mezzogiorno

Agenzia per la Coesione Territoriale
scadenza 1 marzo 2022
proroga 14 marzo 2022

Avviso pubblico per la presentazione di proposte di intervento per la selezione di progetti socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria,  Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) a sostegno del Terzo Settore da finanziare nell’ambito del PNRR, Missione 5 – Componente 3 – Investimento 3 
Interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nel Mezzogiorno a sostegno del Terzo Settore – finanziato dall’Unione Europea – NextGenerationEU

Annualità 2022

  • Finalità: avvio di una procedura selettiva per la concessione di contributi destinati alla realizzazione di progetti per interventi socio-educativi strutturati per combattere la povertà educativa nelle Regioni del Mezzogiorno;
  • Ambito territoriale: Regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia);
  • Risorse: 30 M€ a valere su Missione 5- Componente 3-Investimento 3 del PNRR;
  • Contributo concedibile: 125.000 a 250.000€ che non potrà essere superiore al 95% del costo complessivo del progetto;
  • Cofinanziamento minimo: minimo 5% del costo complessivo;
  • Soggetti beneficiari: minimo tre di cui almeno 2 Enti del terzo settore, di cui uno come Soggetto proponente “capofila”. Nell’ambito della fascia 11-17 anni deve obbligatoriamente essere presente almeno un soggetto appartenente al sistema regionale dell’istruzione e della formazione tecnico-professionale in possesso dei requisiti per l’accreditamento e/o gli Istituti Tecnico Superiori;
  • Oggetto: contrasto della povertà educativa attraverso il potenziamento dei servizi socioeducativi a favore dei minori con specifico riferimento ai servizi assistenziali, nella fascia 0-6 anni, e a quelli di contrasto alla dispersione scolastica e di miglioramento dell’offerta educativa, nella fascia 5-10 e 11-17 anni. I destinatari delle iniziative ammissibili dovranno essere i minori che versano in situazione di disagio o a rischio di devianza individuati anche dai servizi territoriali;
  • Durata: da 1 a massimo 2 anni;
  • Ammissibilità: in base alle cause di inammissibilità dell’Avviso effettuata da apposita Commissione all’uopo nominata;
  • Valutazione: in base ai criteri dell’Avviso effettuata da apposita Commissione all’uopo nominata con una soglia minima di 60 punti.

Fonte: Agenzia per la Coesione Territoriale
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni