Facebook

Twitter

Gio12082022

Last updateGio, 01 Dic 2022 8pm

Finanziamento a fondo perduto di impianti sportivi e di attrezzature

Presidenza del Consiglio dei Ministri
Dipartimento per lo Sport
Avviso Sport e periferie 2022
Scadenza ore 12,00 del giorno 14 ottobre 2022 
InfoNews n. 47/22
Lo sport è uno strumento di cittadinanza, di costruzione ed esplorazione di spazi pubblici ma è anche un ponte tra culture diverse, che collega giovani e luoghi. Lo sport è infatti in grado di rimuovere le barriere della disabilità, è uno strumento di emancipazione femminile e di giustizia sociale.

La pandemia di Covid-19 ha avuto un profondo impatto sul mondo dello Sport e l'intero settore sta soffrendo di perdite economiche dovute alla impossibilità, per motivi di sicurezza sanitaria, di realizzare gli eventi e competizioni sportive. Lo stop imposto all’attività sportiva ha avuto inoltre un forte impatto economico, sul settore del turismo sportivo estivo e invernale, e sulle molteplici attività complementari indirettamente coinvolte.

L’obiettivo strategico del presente Avviso pubblico mira alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché di miglioramento della qualità urbana e di riqualificazione del tessuto sociale, anche attraverso la promozione di attività sportiva.

Soggetti beneficiari
Comuni con popolazione residente pari o inferiore a 50.000 abitanti e capoluoghi di provincia con popolazione residente pari o inferiore a 20.000 abitanti (Fonte ISTAT – ultimo aggiornamento), che potranno presentare una sola proposta di intervento relativa ad un solo impianto di proprietà pubblica nel territorio del Comune proponente.

Il Comune non deve aver già beneficiato di finanziamenti a valere sui Piani pluriennali, o sui Bandi 2018 e 2020 di “Sport e Periferie”.

Tipologia di interventi ammissibili
Potranno essere proposti i progetti su impianti sportivi volti alle seguenti finalità:

  1. a) realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi finalizzati all’attività agonistica o allo sviluppo della relativa cultura, localizzati nelle aree svantaggiate del Paese e nelle periferie urbane;
  2. b) completamento e adeguamento di impianti sportivi esistenti da destinare all’attività agonistica nazionale e internazionale;
  3. c) diffusione di attrezzature sportive che richiedono comunque un livello di progettazione e sono necessarie per l’allestimento di strutture e impianti sportivi al fine di rimuovere gli squilibri economici e sociali.

Sono ammissibili le seguenti spese, purché coerenti con le finalità dell’intervento:

  1. a) lavori;
  2. b) incentivi per funzioni tecniche;
  3. c) spese tecniche per incarichi esterni;
  4. d) imprevisti;
  5. e) pubblicità;
  6. f) attrezzature sportive nei limiti del 10 % del contributo richiesto;
  7. g) altre voci di costo previste nei quadri economici di lavori pubblici

Entità e forma dell'agevolazione
Alla realizzazione dei progetti è destinato un finanziamento complessivo pari ad euro 50.000.000,00.

Contributo richiesto non superiore alle soglie individuate per popolazione residente, così come riportate nella tabella seguente:

Popolazione residente

Contributo Massimo Euro

< 5.000

400.000,00 €

5.000 ≤ x < 10.000

500.000,00 €

10.000 ≤ x < 20.000

700.000,00 €

20.000 ≤ x < 30.000

800.000,00 €

30.000 ≤ x ≤ 50.000

1.000.000,00 €

Cofinanziamento dell’Ente beneficiario pari almeno al 15% per cento del valore complessivo delle opere.

Scadenza
La domanda di partecipazione al bando dovrà essere presentata dalle ore 12,00 del giorno 15 giugno 2022 alle ore 12,00 del giorno 14 ottobre 2022.  L’avviso verrà chiuso in anticipo rispetto al suindicato termine nel caso di esaurimento delle risorse disponibili.

Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni