Facebook

Twitter

Mer06162021

Last updateLun, 14 Giu 2021 4pm

AICS Agenzia Italiana per la Cooperazione e lo Sviluppo BANDO 2020 Per Organizzazioni della Società Civile

A seguito dell’approvazione dello scorso 14 dicembre in seno al Comitato Congiunto con Delibera n. 1...

Sport e Salute S.p.A. Avviso Pubblico Piano Impianti

Il presente avviso, ai fini della presentazione della manifestazione di interesse, è rivolto agli Or...

Sport e Salute S.p.A. Avviso Pubblico INclusione

SPORT DI TUTTI è il programma per l’accesso gratuito allo sport: un modello d’intervento sportivo e ...

Fondazione Terzo Pilastro - Bando dello sportello della solidarietà

Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo esercita nei settori della Sanità, della Ricerca s...

Ministero dello sviluppo economico Misure per l’autoimprenditorialità Nuove imprese a tasso zero Soggetto gestore Invitalia

Nuove Imprese a Tasso Zero: migliorate le condizioni e i requisiti per i finanziamenti a tasso zero ...

La Fondazione CON IL SUD Bando Mobilità Sostenibile al SUD

La Fondazione CON IL SUD promuove il primo Bando per la mobilità sostenibile al Sud. A disposizione ...

Fondazione con il Sud “CON I BAMBINI IMPRESA SOCIALE” Bando per le comunità educanti 2020

Con il presente bando ‘Con i Bambini’ si propone, quindi, di identificare, riconoscere eCon il prese...

MIBAC Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il turismo Avviso BORGHI IN FESTIVAL

AdIM_mibac_dorghi in festival_20.jpegLa Direzione Generale Creatività Contemporanea e la Direzione Generale Turismo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo emanano congiuntamente un Avviso pubblico per il finanziamento di attività culturali, da realizzarsi in forma di festival, con l’obiettivo di favorire il benessere e migliorare la qualità della vita degli abitanti dei borghi italiani, attraverso la valorizzazione delle risorse culturali, ambientali e turistiche.La Direzione Generale Creatività Contemporanea e la Direzione Generale Turismo del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo emanano congiuntamente un Avviso pubblico per il finanziamento di attività culturali, da realizzarsi in forma di festival, con l’obiettivo di favorire il benessere e migliorare la qualità della vita degli abitanti dei borghi italiani, attraverso la valorizzazione delle risorse culturali, ambientali e turistiche.Destinatari dell’avviso sono i Comuni con popolazione residente fino a 5.000 abitanti, ovvero fino a 10.000 abitanti che abbiano individuato il centro storico quale zona territoriale omogenea, con preferenze per quelle identificabili come aree prioritarie e complesse. Tali Comuni possono partecipare singolarmente o in rete tra loro, come capofila di partenariati – costituiti o costituendi – con altri enti profit e non profit.

Commissione Europea Fondo Fami Rivolgersi all'assistenza, al sostegno e all'integrazione dei cittadini di paesi terzi vittime della tratta di esseri umani

AdIM_fami- commissione europea.jpgIl programma FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) risponde all’obiettivo europeo di istituire una politica comune sull’asilo e sull’immigrazione per favorire la creazione di un’area di libertà, sicurezza e giustizia europea. La Commissione Europea ha aperto 1 bando che identifica 6 priorità. La presente Info presenta il bando relativo all’assistenza, supporto e integrazione delle vittime del traffico di esseri umani.Il programma FAMI (Fondo Asilo Migrazione e Integrazione) risponde all’obiettivo europeo di istituire una politica comune sull’asilo e sull’immigrazione per favorire la creazione di un’area di libertà, sicurezza e giustizia europea. La Commissione Europea ha aperto 1 bando che identifica 6 priorità. La presente Info presenta il bando relativo all’assistenza, supporto e integrazione delle vittime del traffico di esseri umani.Una delle priorità nell'ambito della comunicazione del 2017 "Rendicontazione sul seguito della strategia dell'UE per l'eradicazione della tratta di esseri umani e l'identificazione di ulteriori azioni concrete" ("Comunicazione 2017 ") è fornire un migliore accesso e realizzare i diritti delle vittime della tratta di esseri umani. Garantire che i finanziamenti corrispondano alla politica anti-tratta è una priorità trasversale, tenendo conto in particolare della dimensione di genere del fenomeno, dei gruppi ad alto rischio e dei settori ad alto rischio.Le vittime della tratta di esseri umani si trovano nei sistemi di richiesta di asilo e gruppi criminali organizzati abusano delle procedure di asilo, in particolare "per legalizzare sia il loro status che quello delle loro vittime" . Dovrebbero essere presi in considerazione anche altri documenti pertinenti in tale contesto, come le relazioni pubblicate dalle agenzie dell'UE, in particolare quelle relative alla tratta a fini di sfruttamento sessuale, nonché i gruppi e i settori ad alto rischio interessati  . Queste relazioni includono l'analisi dei rischi di Frontex 2018, la relazione Europol 2018 sulla tratta di minori, la guida 2019 dell'Agenzia per i diritti fondamentali per migliorare la protezione dei bambini concentrandosi sulle vittime della tratta, Relazione 2018 dell'Istituto europeo per l'uguaglianza di genere (EIGE) sulle misure specifiche di genere nelle azioni contro la tratta.I risultati e le scoperte dell'imminente Terza relazione sullo stato di avanzamento della Commissione europea, i risultati dell'ultima raccolta di dati a livello dell'UE, nonché lo studio sulla revisione del funzionamento dei meccanismi di riferimento nazionali e transnazionali, che è una delle azioni chiave del 2017 Anche la comunicazione (che dovrebbe essere pubblicata nell'ultimo trimestre del 2020) è rilevante per gli obiettivi di questo argomento.La pandemia COVID-19 ha creato sfide che colpiscono in modo sproporzionato i più vulnerabili. La crisi ha esacerbato la vulnerabilità delle persone alla tratta di esseri umani, comprese donne e bambini.

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche della Famiglia Avviso Educare in Comune

AdIM_presidenza del consiglio dipartimento famiglia.jpg Il Dipartimento per le politiche della famiglia intende promuovere l’attuazione d’interventiIl Dipartimento per le politiche della famiglia intende promuovere l’attuazione d’interventiprogettuali, anche sperimentali, per il contrasto alla povertà educativa e il sostegno delle potenzialitàfisiche, cognitive, emotive e sociali delle persone di minore età, al fine di renderle attive e responsabiliall’interno delle comunità di appartenenza e promuovere il rispetto delle differenze culturali,linguistiche, religiose, etniche e di genere esistenti.A tal fine, il bando propone azioni di intervento a livello comunale per restituire importanza eprotagonismo agli attori locali della “comunità educante”, per sperimentare, attuare e consolidaresui territori modelli e servizi di welfare di comunità nei quali le persone di minore età e le propriefamiglie diventino protagonisti sia come beneficiari degli interventi, sia come soggetti attivid’intervento. Per “comunità educante” si intende la rete di solidarietà territoriale costituita datutti coloro che partecipano con responsabilità, in maniera sinergica e con la stessa culturapedagogica, alla crescita dei minori. Una pluralità di adulti di riferimento - che va dai genitori, allascuola, al sistema economico, giuridico e culturale, al terzo settore (comprese le istituzioni religiosee il mondo dello sport) - che, a vario titolo, si adopera per tutelare e valorizzare la dimensione socialedel processo educativo.

Agenzia per la Coesione Territoriale Contrasto alla povertà Educativa Delle Regioni del Mezzogiorno

L’Avviso è finalizzato all’avvio di una procedura selettiva per la concessione di contributi destinati allaL’Avviso è finalizzato all’avvio di una procedura selettiva per la concessione di contributi destinati allarealizzazione di progetti inerenti interventi socio-educativi strutturati per il contrasto alla povertà̀educativa, di durata significativa per l’ottenimento di risultati per i destinatari e da attuare in luoghicircoscritti delle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Siciliacaratterizzati da disagio socio-economico e difficoltà nell’accesso, adeguata fruizione o permanenza inpercorsi educativi di minori per motivi di contesto sociale, familiare e fragilità̀ individuale.L’Avviso è rivolto ad enti del terzo settore che abbiano capacità in tale ambito di intervento sociale esiano radicati nella comunità̀ di riferimento in cui gli interventi si realizzano.

Dipartimento della Protezione Civile - Contributi per le Organizzazioni di Volontariato di Protezione Civile

Il dipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri a maggiodipartimento di Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri a maggio2020 ha definito i criteri per la concessione di contributi alle organizzazioni di volontariatodi Protezione civile a livello nazionale, regionale e locale per il triennio 2019-2021. Icontributi sono finalizzati al miglioramento e rinnovamento delle attrezzature, allaformazione degli operatori e alla sensibilizzazione e informazione dei cittadini
Allegati:
Scarica questo file (n_52_fa_protz.civile_na_20.pdf)n_52_fa_protz.civile_na_20.pdf[ ]391 kB

Commissione Europea - Agenzia Esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cultura (EACEA) - Agenzie nazionali (Agenzia Nazionale Giovani; Indire, INAPP in Italia) ERASMUS+ - CALL 2020

ll programma Erasmus+ è dedicata al settore dell’educazione, dei giovani e dello sport. In risposta al forte impatto che la pandemia Covid 19 ha avuto su questi settori, la Commissione ha stanziato ulteriori 200 milioni di Euro per sostenere progetti volti a migliorare la didattica, l’apprendimento e la valutazione digitale nelle scuole, nell’istruzione superiore e nella formazione professionale. Sostiene scuole, organizzazioni giovanili e istituti di educazione per adulti per lo sviluppo delle competenze e della creatività e il rafforzamento dell’inclusione sociale attraverso le arti. Con questo bando si intendono sostenere interventi di miglioramento della didattica, dell’apprendimento e della valutazione digitale nelle scuole e lo sviluppo di competenze e inclusione sociale attraverso le arti come risposta alle conseguenze che la pandemia ha avuto sul settore dell’istruzione e della gioventù.

CON I BAMBINI COMINCIO DA ZERO Prima Infanzia 2020 Accessibilità, Potenziamento ed Integrazione dei Servizi 0-6

“Comincio da zero” è il nuovo bando di Con i Bambini promosso nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile per incrementare l’offerta di servizi educativi e di cura per la prima infanzia, con particolare riferimento alla fascia 0-3 anni, nei territori in cui si registra una maggiore necessità.“Comincio da zero” è il nuovo bando di Con i Bambini promosso nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile per incrementare l’offerta di servizi educativi e di cura per la prima infanzia, con particolare riferimento alla fascia 0-3 anni, nei territori in cui si registra una maggiore necessità.Giunto alla seconda edizione, il bando per la prima infanzia si rivolge a partenariati promossi dal mondo del Terzo settore. Le partnership devono essere composte da almeno tre organizzazioni: due enti non profit, di cui uno con il ruolo di “soggetto responsabile”, e almeno un altro ente, che potrà appartenere anche al mondo della scuola, delle istituzioni, dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale, dell’università, della ricerca e al mondo delle imprese.Le proposte presentate dovranno prevedere interventi volti a incrementare e qualificare le possibilità di accesso e fruibilità dei servizi di cura ed educazione dei bambini nella fascia di età 0-6 anni e delle loro famiglie, in particolare quelle più fragili. I progetti potranno avere una dimensione regionale (con un plafond complessivo dedicato pari a 22 milioni di euro) oppure interregionale (con un plafond complessivo pari a 8 milioni di euro), prevedendo in questo caso interventi al Nord, al Centro e al Sud. Complessivamente, sono a disposizione 30 milioni di euro.I progetti devono essere presentati esclusivamente on line, attraverso la piattaforma Chàiros entro il 4 dicembre 2020. Le proposte valutate positivamente saranno sottoposte ad un’ulteriore fase di progettazione esecutiva in collaborazione con gli uffici di Con i Bambini, al termine della quale si procederà all’eventuale assegnazione del contributo.

Finanza agevolata

2

In-formazione

3

Formazione

4

Consulenza »

1 web
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni