Facebook

Twitter

Ven08192022

Last updateVen, 12 Ago 2022 4pm

Erasmus+ è il programma dell'Unione Europea nel campo dell’istruzione, delle formazioni, della gioventù e dello sport

InfoNews n. 41/22
Commissione Europea - Agenzia Esecutiva per l’istruzione, gli audiovisivi e la cult...

MISE con una dotazione di 40 milioni sostiene PMI Innovative

InfoNews n. 40/22
MIse

Il Fondo per piccole e medie imprese creative è stato istituito dall’articolo 1...

Bando da 15 milioni di euro “Tutti inclusi”, sostegno ai minori con disabilità e BES

Con i Bambini - Impresa Sociale
InfoNews n. 39/22
scadenza 30 settembre 2022

Nuovo bando di Con i ...

Pon Inclusione avviso per campagne di comunicazione per la tutela dei diritti LGBTIQ

Apre il sito del Governo - Presidenza del Consiglio dei Ministro in un'altra schedaPresidenza del Co...

Avviso-Ambienti didattici innovativi per la scuola dell’infanzia

Ministero per l'Istruzione
InfoNrews n. 37/22
le domande possono essere presentate dalle ore 12 d...

Protezione e valorizzazione dell'architettura e del paesaggio rurale € 72.414.155,23 - dotazione finanziaria

InfoNews n. 36/22
Ministero della Cultura - MIC
Le domnde si possono presentare a partire dal 26 april...

Aree interne, 500 milioni per infrastrutture e servizi sociali

InfoNews n. 35
Agenzia di Coesione territoriale
Aree interne, 500 milioni per infrastrutture e servizi...

Avviso di 3 Milioni di Euro per potenziare le competenze di base nelle discipline STEAM

InfoNews n. 34
Con i Bambini Impresa Sociale e cdp Fondazione
scadenza 01 luglio 2022

Pubblicato il n...

Sport e Salute S.p.A. Avviso Pubblico INclusione

AdIM-sport-inclusione.jpgSPORT DI TUTTI è il programma per l’accesso gratuito allo sport: un modello d’intervento sportivo e sociale, che mira ad abbattere le barriere economiche e declina concretamente il principio del diritto allo sport per tutti, fornendo un servizio alla comunità. L’obiettivo è promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione, al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui.SPORT DI TUTTI è il programma per l’accesso gratuito allo sport: un modello d’intervento sportivo e sociale, che mira ad abbattere le barriere economiche e declina concretamente il principio del diritto allo sport per tutti, fornendo un servizio alla comunità. L’obiettivo è promuovere, attraverso la pratica sportiva, stili di vita sani tra tutte le fasce della popolazione, al fine di migliorare le condizioni di salute e benessere degli individui.SPORT DI TUTTI INclusione è un intervento mirato a sostenere progettualità sportive e sociali di valore, promosse dal sistema sportivo di base, che utilizzano lo sport come strumento di prevenzione recupero e inclusione sociale per soggetti fragili, categorie vulnerabili e a rischio emarginazione sociale.

Sport e Salute S.p.A. Avviso Pubblico Per Il Sostegno All’associazionismo Sportivo Di Base E Per La Promozione Di Presidi Sportivi Ed Educativi In Quartieri E Periferie Disagiate

sport per tutti-adim-quartieri.pngIl progetto è promosso dalla società Sport e Salute S.p.A. e realizzato in collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali (FSN), le Discipline Sportive Associate (DSA) e gli Enti di Promozione Sportiva (EPS), congiuntamente gli “Organismi Sportivi” e mira a sostenere l’associazionismo sportivo di base che opera in contesti territoriali difficili, in collaborazione con altri soggetti operanti sul territorio, utilizzando lo sport e i suoi valori educativi come strumento di sviluppo ed inclusione sociale.Il progetto è promosso dalla società Sport e Salute S.p.A. e realizzato in collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali (FSN), le Discipline Sportive Associate (DSA) e gli Enti di Promozione Sportiva (EPS), congiuntamente gli “Organismi Sportivi” e mira a sostenere l’associazionismo sportivo di base che opera in contesti territoriali difficili, in collaborazione con altri soggetti operanti sul territorio, utilizzando lo sport e i suoi valori educativi come strumento di sviluppo ed inclusione sociale.Il Progetto prevede la realizzazione di attività di natura sportiva ed educativa (come definite all’art. 5 del presente avviso), svolte attraverso Presidi situati in quartieri disagiati, e rivolte a tutta la comunità, con particolare attenzione a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, donne e persone over 65.Il Presidio sportivo/educativo, gestito da ASD/SSD eventualmente anche in partnership con ulteriori ASD/SSD, Enti del Terzo settore o istituzioni (Enti locali, Istituzioni universitarie, ecc.), dovrà garantire la realizzazione delle attività di seguito elencate, da realizzarsi nell’arco di un anno: • un programma di attività sportiva gratuita per bambini/e ragazzi/e, donne e persone over 65; • centri estivi durante il periodo di chiusura delle scuole; • doposcuola pomeridiani per i bambini/e e ragazzi/e; • incontri con nutrizionisti e testimonial sui corretti stili di vita, sul rispetto delle regole e sui valori positivi dello sport aperti alle famiglie e alla comunità; • diffusione e promozione di una campagna sui corretti stili di vita predisposta da Sport e Salute, che fornirà i relativi materiali. Ulteriori attività potranno essere proposte in fase di candidatura per arricchire il programma sopra indicato.La partnership sarà in ogni caso coordinata dalla ASD/SSD con il ruolo di Capofila, che sarà l’unico referente anche nei rapporti con Sport e Salute e con l’Organismo sportivo di riferimento.

Fondazione Terzo Pilastro - Bando dello sportello della solidarietà

TERZO-PILASTRO.gifFondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo esercita nei settori della Sanità, della Ricerca scientifica,Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo esercita nei settori della Sanità, della Ricerca scientifica, dell’Assistenza alle categorie sociali deboli, dell’Istruzione e Formazione, dell’Arte e Cultura, ponendosi come aggancio fra tutte quelle culture che si affacciano sul Mediterraneo. E' presente e attiva, infatti, prevalentemente nelle aree del Mezzogiorno italiano e del Mediterraneo, essendo stata creata con lo scopo di prestare un'attenzione crescente alle zone trascurate del Sud Italia e del Maghreb, e orientare la spinta solidale verso il Medio e Vicino Oriente.Dalla sua nascita, la Fondazione Terzo Pilastro ha compiuto molti passi in questa direzione: ha fondato varie sedi di rappresentanza nell’area di interesse (in Sicilia, a Catania e Palermo; in Calabria, a Cosenza e Reggio Calabria; in Campania, a Napoli; in Nord Africa, a Rabat; in Spagna, a Madrid e Valencia), ha contribuito - si cirta a titolo esemplificativo, ma non esaustivo - al restauro della Cattedrale di Sant’Agostino di Ippona ad Annaba in Algeria, ha creato ad Aqaba-Eilat nelle scuole superiori un corso in cui la pacifica convivenza di bambini palestinesi ed israeliani consente loro di sostenere i medesimi studi.La Fondazione guarda al Meridione quale cerniera fra mondi che si affacciano sul nostro mare, quale pilastro cui fare riferimento per riconoscersi "comunità" capace di diffondere valori miranti alla pace e al rispetto reciproco, così da costruire ponti e non barricate. BANDO APERTO consente erogazione di finanziamenti senza scadenza, cui possono far irferimento tutti gli Enti pubblici o privati senza scopo di lucro, che operano sul Territorio Nazionale e nei Paesi del Mediterraneo.

La Fondazione CON IL SUD Bando Mobilità Sostenibile al SUD

Fondazione con il sud_AdIM.pngLa Fondazione CON IL SUD promuove il primo Bando per la mobilità sostenibile al Sud. A disposizione 4,5 milioni di euro per promuovere una nuova cultura della mobilità con scelte alternative all’impiego delle macchine private. Scade il 19 maggio.La Fondazione CON IL SUD promuove il primo Bando per la mobilità sostenibile al Sud. A disposizione 4,5 milioni di euro per promuovere una nuova cultura della mobilità con scelte alternative all’impiego delle macchine private. Scade il 19 maggio.Il bando si rivolge alle organizzazioni di terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Attraverso questa nuova iniziativa, la Fondazione CON IL SUD mette a disposizione 4,5 milioni di euro per incentivare la diffusione, nelle abitudini e nei comportamenti dei cittadini, di una nuova cultura della mobilità che porti ad adottare scelte alternative alle attuali forme di trasporto privato, favorendo la diffusione di modelli sostenibili a basso impatto ambientale e con ricadute positive sulla qualità di vita anche a livello sociale ed economico.Le proposte dovranno sperimentare forme di mobilità sociale e di condivisione dei veicoli in aree urbane e peri-urbane o in aree interne, garantendo lo sviluppo di servizi che rispondano alle esigenze di mobilità, integrandosi in maniera coerente ed efficace con le strategie e gli strumenti locali di pianificazione dei trasporti.Si potranno anche prevedere soluzioni che permettano alle fasce della popolazione più fragili e vulnerabili di accedere ai servizi essenziali; sviluppare strumenti per misurare i benefici ambientali, economici e sociali per il singolo cittadino (es. risparmio economico, riduzione sedentarietà) e per la comunità di riferimento (es. riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico, delle emissioni di gas serra, minor consumo di energia) o tecnologie digitali per migliorare  la fruizione del servizio attivato e garantire l’accesso ad un’offerta che sia capace di integrare i diversi servizi presenti sul territorio di riferimento; promuovere percorsi di edu...

Fondazione con il Sud “CON I BAMBINI IMPRESA SOCIALE” Bando per le comunità educanti 2020

con i bambini_adim_comunita-educanti.jpgCon il presente bando ‘Con i Bambini’ si propone, quindi, di identificare, riconoscere eCon il presente bando ‘Con i Bambini’ si propone, quindi, di identificare, riconoscere evalorizzare le comunità educanti che, in modo accessibile e aperto, prevedano l’attivazione e lapartecipazione di tutti gli attori territoriali nei processi educativi e, in particolare, il pienocoinvolgimento dei bambini e delle bambine, delle ragazze e dei ragazzi, delle famiglie, pensandoa ognuno di loro non più solo come destinatario dei servizi, ma anche come protagonista e attoredelle iniziative programmate e attivate.Il bando ha l’obiettivo di favorire la costruzione e il potenziamento di “comunità educanti” efficacie sostenibili nel tempo, che siano in grado di costituire l’infrastrutturazione educativa del territoriodi riferimento e di offrire risposte organiche, integrate e multidimensionali ai bisogni educativi deiminori.

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche della Famiglia - Avviso Educare Insieme

Immagine.jpgLa Presidenza del Consiglio dei Ministri tramite il bando "Educare Insieme" promuove il finanziamento di progetti in grado di intervenire sul benessere psico-fisico, sugli apprendimenti e sullo sviluppo dei bambini e degli adolescenti, soprattutto di coloro i quali si trovano in condizione di svantaggio e vulnerabilità perché in situazioni di povertà, di disabilità gravi o in situazioni familiari difficili. I progetti devono attivare la “comunità educante” creando una rete di solidarietà territoriale, o favorendone l’implementazione e il rafforzamento laddove già esistente, costituita da tutti coloro che partecipano con responsabilità, in maniera sinergica e con la stessa cultura pedagogica, alla crescita delle persone di minore età. Ciò significa, favorire la presa in carico del benessere sociale ed educativo delle persone di minore età da parte di una pluralità di soggetti che va dai genitori, alla scuola, al sistema economico, giuridico e culturale, delle istituzioni religiose e sportive.

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale Soggetto Gestore Associazione Nazionale Comuni Italiani – ANCI Avviso Fermenti In Comune

AdIM_presidenza_fermenti in comune_ANCE.jpgLa Presidenza del Consiglio dei Ministri tramite  il soggetto Gestore ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani –  intendono avviare una procedura volta a supportare Comuni piccoli, medi e grandi nell’attivazione di interventi volti a stimolare il protagonismo giovanile nella dinamica di rilancio dei territori. Attraverso il coinvolgimento diretto, nella progettazione e realizzazione di azioni territoriali, della popolazione nella fascia di età dai 16 ai 35 anni, si intendono costruire risposte alle principali sfide sociali che il contesto attuale propone, anche alla luce della pandemia da Covid-19 in corso.La Presidenza del Consiglio dei Ministri tramite  il soggetto Gestore ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani –  intendono avviare una procedura volta a supportare Comuni piccoli, medi e grandi nell’attivazione di interventi volti a stimolare il protagonismo giovanile nella dinamica di rilancio dei territori. Attraverso il coinvolgimento diretto, nella progettazione e realizzazione di azioni territoriali, della popolazione nella fascia di età dai 16 ai 35 anni, si intendono costruire risposte alle principali sfide sociali che il contesto attuale propone, anche alla luce della pandemia da Covid-19 in corso.In particolare, il bando mira a supportare l’avvio – o il rafforzamento – di azioni positive messe in campo dai giovani per affrontare le “sfide sociali” prioritarie per le nostre comunità, nella convinzione che la progettualità giovanile sia un fattore determinante per contribuire a risolverle e quello da cui necessariamente ripartire.

Finanza agevolata

2

In-formazione

3

Formazione

4

Consulenza »

1 web
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni