Facebook

Twitter

Dom11172019

Last updateMar, 12 Nov 2019 5pm

Proroga Programma Scuola Viva in Quartiere

Proroga al 28 ottobre per il nuovo Avviso pubblico relativo al programma “Scuola Viva in Quarti...

MISE: credito di imposta per investimenti nel Mezzogiorno - PON “Imprese e competitività” FESR 2014-2020

Il Programma Operativo Nazionale (PON) "Imprese e Competitività" 2014-2020 reca in sè lo scopo ...

Fondazione TIM: bando "Liberi di Comunicare. Tecnologie intelligenti e innovazione per l’autismo"

Fondazione TIM emana il bando “Liberi di comunicare. Tecnologie intelligenti e innovazione per l’aut...

Ismea: mutui agevolati e contributi a fondo perduto alle imprese agricole

Procede, ad opera di ISMEA, la concessione di mutui agevolati e contributi a fondo perduto per ...

Commissione europea: COS-CLUSINT-2019-3-01_Clusters Go International per le imprese

Obiettivo principale dell' azione è incrementare la collaborazione tra cluster e reti di impres...

#Conciliamo: la nuova misura della Presidenza del Consiglio per progetti di conciliazione famiglia-lavoro

"#Conciliamo" è la nuova misura del Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza de...

La Regione Campania approva il Piano operativo annuale di promozione dell’attività cinematografica ed audiovisiva

Con Delibera della Giunta Regionale n. 400 del 3/09/2019 è stato approvato per l’anno 2019 il Piano ...

“Voucher Formazione per Donne in età lavorativa"

Sviluppo Campania: POR CAMPANIA FSE 2014/2020 - ASSE I -Sviluppo Campania: POR CAMPANIA FSE 2014/2020 - ASSE I -OBIETTIVO SPECIFICO 3. AZIONI 8.2.2 - AVVISO PUBBLICO “VOUCHER PER LAPARTECIPAZIONE A PERCORSI FORMATIVI DESTINATI ALLE DONNE IN ETÀ LAVORATIVA”
Le politiche di coesione promuovono le pari opportunità e la non discriminazione,con l’obiettivo è di “aumentare la partecipazionesostenibile e i progressi delle donne nel settore dell'occupazione, di lottare contro la femminilizzazionedella povertà, di ridurre la segregazione di genere nel mercato del lavoro e di lottare contro glistereotipi di genere nel mercato del lavoro e nell'istruzione e nella formazione, di promuovere lariconciliazione tra vita professionale e vita privata per tutti, nonché di implementare una ugualesuddivisione delle responsabilità di cura tra donne e uomini”.Le pari opportunità tra uomini e donne rappresentano, tra l’altro, uno dei tre principi orizzontali del FSEcui il POR Campania FSE 2014 - 2020 ha inteso dare attuazione attraverso una priorità specifica, la8.IV da realizzarsi con l’Obiettivo Specifico 3 “Aumentare l’occupazione femminile”.Inparticolare, nell’ambito del Piano Strategico l’Amministrazione regionale intende finanziare: misure dipolitica attiva del lavoro,e di supporto alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo, campagne di informazione,azioni di animazione territoriale finalizzate a diffondere la conoscenza degli strumenti disponibili per agevolare la partecipazione delle donne almercato del lavoro ed analisi di genere per favorire la riduzione del mismatch tra domanda eofferta di lavoro.
Per saperne di più, vi è il allegato la scheda tecnica del voucher, qui sotto riportata.

Cultura Crea- Finanziamenti nel settore dell'industria e delle imprese culturali e turistiche

Cultura Crea: Finanziamenti nel settore dell’industria e delle imprese culturali e turisticheCultura Crea: Finanziamenti nel settore dell’industria e delle imprese culturali e turistichePromosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo “MIBAC” e gestito da Invitala, il programma “Cultura Crea” intende creare, incentivare e sostenere iniziative nel settore dell’industria e delle imprese culturali e turistiche. Il programma prevede, per le regioni di intervento - Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia – finanziamenti per i 3 destinatari definiti in:
1) Nuove Imprese dell’industria culturale;
2) Imprese consolidate dell’industria culturale e turistica;
3) Imprese del Terzo settore nell’industria culturale;
Le risorse finanziarie stanziate ammontano a circa 107 milioni di euro. È prevista una dotazione aggiuntiva di 7 milioni di euro. Le domande potranno essere inoltrate fino ad esaurimento ad esaurimento risorse. 

Per ulteriori informazioni si rimanda alla consultazione delle schede tecniche AdIM in allegato.

Avviso Regionale- CambiaMenti Digitali

La regione Campania è caratterizzata da un’altissima dispersione scolastica e questo fenomeno comporta una sempre maggiore un’alfabetizzazione da parte dei giovani, che in moltissimi casi non riescono a portare a termine neanche le classi dell’obbligo. Non è un caso che nelle aree, gli stessi quartieri dove il fenomeno della dispersione è più alto sono anche quelli caratterizzati dal fenomeno della delinquenza minorile e delle baby-gang.La regione Campania è caratterizzata da un’altissima dispersione scolastica e questo fenomeno comporta una sempre maggiore un’alfabetizzazione da parte dei giovani, che in moltissimi casi non riescono a portare a termine neanche le classi dell’obbligo. Non è un caso che nelle aree, gli stessi quartieri dove il fenomeno della dispersione è più alto sono anche quelli caratterizzati dal fenomeno della delinquenza minorile e delle baby-gang.Al fine di offrire percorsi educativi di inclusione sociale e culturale in un contesto di apertura alla dimensione digitale quale vettore di innovazione dei processi formativi, basati anche sulle lingue e sulle culture straniere, inglese in primis, occorre creare un meccanismo che meta di nuovo la Scuola al centro della vita dei nostri ragazzi, rendendola più vicina ai loro desideri, ai loro linguaggi, meglio inserita nella Società dell’Informazione costruendo conoscenze e competenze richieste e dal Mercato del Lavoro anche nel contesto di autoimprenditorialità ed Industria 4.0 .Le domande potranno essere inoltrate a mezzo PEC a partire dal giorno 24 Ottobre 2019 e fino al giorno 23 Dicembre 2019.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla consultazione della scheda tecnica AdIM in allegato.

Avviso Regionale- ECOSISTEMA INNOVATIVO

Avviso Pubblico per Misure di rafforzamento dell'Ecosistema innovativo della Regione CampaniaAvviso Pubblico per Misure di rafforzamento dell'Ecosistema innovativo della Regione CampaniaEmanato il nuovo Avviso pubblico per la realizzazione di interventi di animazione e scouting, idea generation e business acceleration finalizzati al rafforzamento della capacità imprenditoriale della Campania. Gli Interventi da realizzare per una durata massima di 12 mesi, saranno relativi ad attività per alimentare e stimolare la cultura di impresa e la nascita dell'idea imprenditoriale, per sostenere gli aspiranti imprenditori nell’avvio e nel perfezionamento dell’idea d’impresa oltre che di percorsi mirati all’individuazione di nuove figure professionali nell’ambito della green economy. I destinatari sono stati individuati nel target degli imprenditori, lavoratori (compresi lavoratori autonomi) studenti e disoccupati( compresi i disoccupati di lunga durata, coinvolti come team delle startup già costituite e/o ancora da costituire.Potranno aderire all’avviso almeno due soggetti, in ATS,  fra Università/Dipartimenti Universitari, Incubatori e acceleratori d’impresa; Centri di ricerca/Istituti di Ricerca; Fondazioni, Associazioni o Imprese con una missione compatibile con le finalità dell’iniziativa e con almeno una sede operativa in Regione Campania.
Le domande potranno essere inoltrate a mezzo PEC a partire dal giorno 24 Ottobre 2019 e fino al giorno 23 Dicembre 2019.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla consultazione della scheda tecnica AdIM in allegato.

RESTO AL SUD, novità per ricostruzioni in corso nei territori colpiti da eventi sismici

Platea e territori più ampi per Resto al Sud, l'incentivo introdotto dal DL 91/2017 a favore del Mezzogiorno con l'obiettivo di incentivare la nascita di nuove attività imprenditoriali condotte da giovani in territori del Mezzogiorno fortemente svantaggati a livello economico ed occupazionale. Con la legge di Bilancio 2019, infatti, beneficiari della misura sono i soggetti under 46 ei liberi professionisti che pongano in essere progetti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna riguardanti la produzione di beni nei settori dell’artigianato e dell’industria, per attività legate al turismo o alla fornitura di servizi. Platea più ampia per Resto al Sud, l'incentivo introdotto dal DL 91/2017 a favore del Mezzogiorno con l'obiettivo di incentivare la nascita di nuove attività imprenditoriali condotte da giovani in territori del Mezzogiorno fortemente svantaggati a livello economico ed occupazionale. Con la legge di Bilancio 2019, infatti, beneficiari della misura sono i soggetti under 46 ei liberi professionisti che pongano in essere progetti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna riguardanti la produzione di beni nei settori dell’artigianato e dell’industria, per attività legate al turismo o alla fornitura di servizi. Con una dotazione finanziaria complessiva di 1.250 milioni di euro, il nuovo bando consente di coprire il 100% delle spese. Procedura di partecipazione a sportello; contributi erogabili fino ad esaurimento risorse.
Per ulteriori informazioni, consulta la scheda AdIM in allegato.
Allegati:
Scarica questo file (n_78_fa_resto al sud_na_19.pdf)n_78_fa_resto al sud_na_19.pdf[ ]360 kB

Avviso Regionale- Giovani in Comune

Il Forum è eletto in un’assemblea plenaria dei giovani.Il Forum è eletto in un’assemblea plenaria dei giovani.L'adesione ad esso è personale e volontaria.I Comuni regolamentano la partecipazione dei giovani e delle associazioni giovanili al Forum medesimo, nonché gliambiti di iniziativa e di consultazione dei giovani e il loro accesso all’informazione, secondo le indicazioni della Cartaeuropea di partecipazione dei giovani alla vita locale e regionale1, del “Libro bianco della Commissione Europea – Unnuovo impulso per la gioventù europea”2, degli atti di indirizzo della Regione.I Comuni procurano le strutture, i locali, i mezzi finanziari e l’assistenza materiale minima necessari per il buonfunzionamento dei Forum. Una volta ottenuti tali mezzi, queste strutture devono avere la possibilità di ricercare degliaiuti finanziari e materiali supplementari presso altri partner (fondazioni e società private, ecc).Essi, inoltre, si impegnano a ottimizzare le condizioni istituzionali di partecipazione dei giovani alle decisioni e aidibattiti che li riguardano. Le condizioni istituzionali di partecipazione si realizzano in strutture che possono assumereforme diverse, a seconda che si tratti di un quartiere urbano, di una città o di un paese. Queste strutture devonopermettere ai giovani e ai loro rappresentanti di diventare veri e propri partners relativamente alle politiche che liconcernono. I forum dovranno essere dotati di una propria sede, di un computer e di una connessione alla rete, per losvolgimento delle attività quotidiane, e di un sistema di comunicazione tecnologica che consenta di operare in rete.La strategia regionale è quella di garantire il rispetto delle esigenze di carattere unitario nell’esercizio a livello regionaledei sistemi di partecipazione giovanile, al fine dello sviluppo regolato dei processi di interazione, nell'otticadell'ottimizzazione degli interventi e del loro adeguamento agli indirizzi programmatici regionali.
Per maggori informazioni, vi è allegata la scheda tecnica

Proroga Programma Scuola Viva in Quartiere

scuola vivaProroga al 28 ottobre per il nuovo Avviso pubblico relativo al programma “Scuola Viva in Quartiere” diffuso dalla Regione Campania, promuove azioni integrate in selezionate aree del territorio a maggiore rischio di dispersione scolastica, così come individuato dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica (MIUR) sulla base dei dati provenienti dall’Anagrafe Nazionale degli allievi e dall’elaborazione dei dati forniti dall’INVALSI relativi ai livelli di apprendimento, allo status socio-economico-culturale e alla percentuale di abbandoni scolastici, nonchè sulla base dei dati relativi alla dispersione scolastica in Campania forniti dall’Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa in riferimento alla pubblicazione ”La lotta all'abbandono precoce dei percorsi di istruzione e formazione in Europa Strategie, politiche e misure”
L'avviso mette a disposizione delle strutture scolastiche - costituite o da costituire in reti composte da almeno 8 istituti - un totale di 7.900.000 euro
La presentazione della proposta di candidatura dovrà essere articolata su tre ambiti di intervento: 
- governance delle reti e laboratori multidisciplinari; 
- interventi di edilizia scolastica e fruizione degli spazi scolastici;
- misure di sostegno per percorsi esperienziali ed educativi dei giovani.
Il Programma intende valorizzare e implementare le reti tra scuola, territorio,  imprese e cittadini, sviluppando sinergie atte a sostenere la riduzione dell’abbandono scolastico, l’ampliamento dell’offerta educativa nei territori a rischio, la sperimentazione di modelli, metodologie e strumenti innovativi e porre in essere misure di orientamento e sostegno destinate a studenti in condizione di svantaggio.
Si pondera l'attivazione di sette progetti in altrettante aree territoriali a forte degrado e marginalizzazione culturale e sociale, quali: Scampia, Ponticelli, Poggioreale-Piazza Nazionale, Forcella, Soccavo Pianura, Afragola Salicelle e Caivano Parco Verde, Marano Giugliano
Tempi di realizzazione del programma: tra Ottobre 2019 e Dicembre 2020.
Per ulteriori informazioni si rimanda alla consultazione della scheda tecnica AdIM in allegato.

Finanza agevolata

2

In-formazione

3

Formazione

4

Consulenza »

1 web
Questo sito utilizza cookies. Continuando a navigare si accetta il loro uso. Maggiori Informazioni